domenica 10 settembre 2017

Diario Notturno 375

Il titolo di scienze umane è a dir poco esagerato. Difficile dare credito a discipline legate all'esperienza del Tempo. Sociologia, filosofia, psicologia non hanno nulla di oggettivo né devono il loro valore al rigore o all'universalità, ma alla verve dei propri autori. Formatisi all'aria respirata in quell'epoca, non avendo niente di certo da trasmettere, inventano. Vanno quindi accomunati a romanzieri e poeti, o agli storici, a chi ha cioè licenza di dire più delle sue idee, con la differenza che mentre questi ultimi hanno il gusto di scrivere sull'uomo per perdercisi, loro lo fanno per ritrovarcisi.

 

Nessun commento:

Posta un commento