domenica 4 giugno 2017

Cartolina da Bruxelles (Diario Notturno 367)

Una distanza enorme tra le stelle è la condizione primaria della meccanica celeste perché se diminuisse lo spazio che le separa, le loro energie colliderebbero. Pensavo questo mentre osservavo una compressa di aspirina che volteggiava nell'acqua e scompariva sprigionando delle bollicine. L'attrazione aumenta quanto più gli elementi sono prossimi al contatto e tende ad azzerarsi dopo che hanno interagito. Solo allora arriva la calma, l'equilibrio, l'inerzia e una perfetta estraneità. È così per la chimica, l'astrofisica e le faccende di cuore.


Artwork by Vincent van Gogh ~ Starry Night Over the Rhône